Associazione Italiana Monociclo  
Home A.I.M. Forum Regionali Eventi e Raduni Mercatino Imparare Iscriviti Gratis
  Articoli     
 

Iscritti
 Utenti: 1265
Ultimo iscritto : Rotella
Lista iscritti

I preferiti
Mappa Monociclisti (18191)
Giocoleria.org (6489)
UnaRuota.Com (6094)
Latin American Uni-Team (5744)
Federazione Francese Monociclo (5641)
EUC Extreme Unicycle Championship (5632)
Unicon13 Video (5631)
Federazione Bavarese (in tedesco) (5630)
AldoVarotto Monociclo (5629)
Puerto Rico (5624)
Unicycling.net (5624)
TRIAL- tutti gli spot (5622)
Associazione Lionese Monociclo (5622)
Unicycling.tk (5618)
Juggling e Mono in Udine (5570)
Forum Svizzero di Monociclo (5547)
CasseRayonsInternational (5474)
Juggling Magazine (5374)
Associazione Giapponese Monociclo (5028)
UnaRuota.Com (4851)
One Wheel austria (4847)
www.unicycle.tv (988)

Top - Siti web
MoMoCiclo (Mendrisio) (IT)
Associazione Varese (IT)
Associazione Treviolo (BG) (IT)
UNICON 16 (IT)
Convention Brianzola (IT)
UNICON 15 (IT)
L'albero del Macramè (IT)
UNA_RUOTA_Com (IT)
trialmap (IT)
UNICON 14 (IT)
Portale di AspNuke (IT)
Manuale Sito (IT)

 
Traversata Tamaro-Lema
Inserito il 08 novembre 2009 alle 15:10:16 da uni-san.

Dall'Alpe di Foppa alla Bassa di Indemini

La traversata Tamaro-Lema un sogno nel cassetto da quando ha cominciato a fare del MUni. L'ultima volta che l'ho affrontata a piedi sar stato un buon 15 anni fa.
Ecco una cartina dei luoghi


Finalmente con Philip e Luisa decidiamo di programmarla per il 1 di novembre, che anche l'ultimo giorno dell'alta stagione per gli impianti in montagna.

Sabato 31 ottobre Philip mi chiama sconfortato dalle previsioni per l'indomani, effettivamente non promettono niente di buono e decidiamo di trovarci alle 8.30 a Rivera solo se non diluvia! non saranno quelle 2 gocce previste che ci fermeranno.

Quasi non dormo la notte tanta la voglia di salire. Domenica mattina veramente uggioso ma non piove. Ci troviamo a Rivera alle 8.20, c' tempo per un caff prima che aprano la funivia...
Fa freddo e del sole nemmeno l'ombra... ma non ci demoralizziamo in quanto la giornata sar lunga e ci serve tutto il morale per affrontare la traversata.
Alla partenza incontriamo qualche biker che ci lanciano sguardi divertiti. Prima o poi dovr lanciarmi dalla pista di downhill creata per i mondiali ma ho paura di trovarmi con un biker scatenato infilzato nella mia schiena...

La funivia lenta e l'atmosfera nella cabina grigia e silente come fuori. Evitiamo di fare commenti pessimistici e ci rincuoriamo a vicenda dicendoci che forse pi in su sbucheremo dalla coltre!

ed effettivamente:

oooohhhh, aaaahhhh, hhhhh, CHE BELLOOOOO!!!


Immersi tra mari di nebbia e laghetti alpini ci incamminiamo subito in direzione della vetta rinfrancati nello spirito con la gioia che propria dei bambini che scartano i regali a natale. infatti, appena sbucati oltre le nubi anche la temperatura si fatta pi mite. Cos salendo, oltre a fare la rituale foto di gruppo...


...ci fermiamo a giocare col vuoto...



...ed io provo a misurarmi con la salita...


...per poi abbandonare non tanto a causa della pendenza quanto dall'asperit del terreno. Camminando e a tratti pedalando (Philip in salita ha usato la bici di Luisa per dei tratti e intanto esclamava: "com' facile in bici...") siamo arrivati dopo un'ora buona alla capanna del tamaro dove ci fermiamo per una breve sosta. Ne approfittiamo per tirare il fiato, guardarci alle spalle e mangiare qualcosa.
Tradizione vuole che vicini alla vetta veniamo raggiunti telefonicamente dal presidente (vedi "una settimana da cinghiali"). Questo ci permette di rivolgere un pensiero a tutti i nostri conoscenti avvolti nella bruma e di renderci conto di quanto siamo fortunati! Inoltre tra me e me ringrazio il foxtown di esistere: pi gente s'infogna l la domenica, meno ce n' in montagna.
Durante la sosta decidiamo di aggirare le vette del Tamaro e del Gradiccioli per evitare di dover trascinare la bici e le nostre gi stanche membra su dislivelli che possiamo evitare; e che evitiamo anche perch Philip senza protezioni sul 29'!


Dopo la chiamata presidenziale, si riparte, finalmente in discesa in quanto lasciamo ad escursionisti pi appassionati la scalata della vetta. Ci tuffiamo a capofitto sul versante est dove parte uno zigzag (ben visibile sulla mappa appena a destra della vetta del Tamaro) bello ripido, stretto e sconnesso che termina con un bellissimo single trail che ci riporta sulla cresta fino alla Bassa di Indemini. Come prima discesa non possiamo lamentarci, anzi: breve e sappiamo che non scenderemo al di sotto delle nubi fino a sera...




anche Luisa che non certo una biker esperta ha sfoderato il meglio di s pedalando ovunque le fosse possibile (in fondo anche la nostra filosofia in MUni) e per arrivare alla Bassa ci sono ancora dei passaggi dove sono costretto ad usare la mie scarse abilit nel trial:



 
  Dalla Bassa all'Alpe Agario >>

Commenti
2 Commenti - 5/5 - Voti : 2
Inserito il 24 novembre 2009 alle 11:38:45 da Mutaito.  5/5
 
Bella Sandy, gli articoli mi sfuggono sempre, secondo me non sono mai abbastanza in evidenza, e questo quasi quasi me lo perdevo!

Meno male che cos non stato: splendide foto, splendido servizio, fantasmagorico giro MUni.

Complimentissimi Smiley
Inserito il 27 novembre 2009 alle 01:43:44 da EKKEKKAVOLO.  5/5
 
Anche a me sfuggono spesso gli articoli! Il mare di nebbia spettacolare: sembra di essere sulla cima del mondoSmiley
Complimenti per l'avventura, per il racconto e per le foto! Smiley

 
Media Partners


Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Visitatori
Visitatori Correnti : 22
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti


 
 © AspNuke 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina stata eseguita in 0,078125secondi.
Versione stampabile Versione stampabile