Associazione Italiana Monociclo  
Home A.I.M. Forum Regionali Eventi e Raduni Mercatino Imparare Iscriviti è Gratis
  Articoli     
 

Iscritti
 Utenti: 1265
Ultimo iscritto : Rotella
Lista iscritti

I preferiti
Mappa Monociclisti (18191)
Giocoleria.org (6489)
UnaRuota.Com (6094)
Latin American Uni-Team (5744)
Federazione Francese Monociclo (5641)
EUC Extreme Unicycle Championship (5632)
Unicon13 Video (5631)
Federazione Bavarese (in tedesco) (5630)
AldoVarotto Monociclo (5629)
Puerto Rico (5624)
Unicycling.net (5624)
TRIAL- tutti gli spot (5622)
Associazione Lionese Monociclo (5622)
Unicycling.tk (5618)
Juggling e Mono in Udine (5570)
Forum Svizzero di Monociclo (5547)
CasseRayonsInternational (5474)
Juggling Magazine (5374)
Associazione Giapponese Monociclo (5028)
UnaRuota.Com (4851)
One Wheel austria (4847)
www.unicycle.tv (988)

Top - Siti web
MoMoCiclo (Mendrisio) (IT)
Associazione Varese (IT)
Associazione Treviolo (BG) (IT)
UNICON 16 (IT)
Convention Brianzola (IT)
UNICON 15 (IT)
L'albero del Macramè (IT)
UNA_RUOTA_Com (IT)
trialmap (IT)
UNICON 14 (IT)
Portale di AspNuke (IT)
Manuale Sito (IT)

 
La partenza senza appoggio!
Inserito il 15 dicembre 2008 alle 20:05:53 da Marco.

---

Questo articolo riprende una mia email scritta a Fausto (Berghaus) il 10 ottobre 2008.

Sapete lui ha fatto il corso per corrispondenza :-)

------------------------------------------------------------------

La partenza senza appoggio!

Ci sono due modi per farla in modo basico.
 
Pedali verticali, piede dominante sul pedale basso, ti dai lo slancio per salire, metti il piede sul pedale in alto, accenni una mezza pedalata indietro, e parti in avanti.
 
Pedali orizzontali, piede dominante sul pedale in dietro (che nel dubbio può essere leggermente più alto), ti dai lo slancio ontrollando la gamba sul pedale in modo che la ruota non si muova, metti il piede sul pedale anteriore e inizzi a pedalare.
 
La difficoltà del primo metodo è quella di sincronizzare l'inizio del pendolo, devi arrivare su con il peso centrato e spostando indietro la ruota ti trovi sbilanciato in avanti e puoi partire.
 
La difficoltà del secondo è quella di controllare la gamba sul pedale che di fatto non deve fare nessuno sforzo, basta il suo peso per tenere ferma la ruota, ma di stare ferma all'inizio non ne vuole sapere, poi devi calibrare lo slancio in modo da arrivare su e scendere davanti, così quando sei su sei leggermente sbilanciato in avanti e puoi iniziare a pedalare.
 
 
Io preferisco il secondo metodo, ho imparato quello e il primo non mi riesce.
 
All'inizio trova una balaustra robusta, ti metti di fianco in modo parallelo alla balaustra e ti tieni con le due mani.
I primi esercizzi servono solo a convincere la gamba sul pedale a non scalciare mentre l'altra scalcia forte per farti salire.
Le prime volte usa poco anche la gamba a terra e usa molto le braccia per aiutarti a salire, prova serie di almeno 10 ripetizioni alla volta e non ti preoccupare, all'inizio sembra impossibile :-)
 
Il primo metodo è più facile nella prima fase, sali e metti il piede in alto e poi scendi, forse meglio ti fermi e scendi dietro perchè se ti abitui a dare troppa spinta e scendere davanti poi non potrai dare la mezza pedalata indietro ma in avanti con un pedale su e uno giù non si riesce a partire.
 
ATTENTO, le prove di partenza non assistito richiedono la stessa costanza necessaria per imparare a pedalare e anche lo stesso tempo, tra un mese partirai senza problemi :-)
 
AAAATTento!!! le prove di partenza non assistito sono più pericolose delle prime pedalate e la caduta è quasi certa!
Procurati dei salva polsi e ginocchiere, vanno bene quelli da pattini a rotelle se le hai altrimenti esistono delle protezioni specifiche.
 
Il periodo più cruento per me sono stati i primi mesi dopo aver imparato, tentavo cose che non sapevo fare e cercando di stare in sella ogni tanto ho preso di quelle botte notevoli.
 
Ieri abbiamo incontrato un tedesco i vacanza dalle nostre parti che stava chiudendo il giro del lago di 27 km con un 20" e la sua difficoltà era partire, non era capace di farlo senza appoggio e per questo aveva la moglie in bici al seguito. Roger Davies pluri campione mondiale ci ha messo 7 anni a imparare a partire senza assistenza semplicemente perchè non aveva mai visto prima un altro monociclista e non si era posto il problema.
 
Questo per dire che non devi avere fretta e prima di tutto pedala pedala pedala. :-)
 
Ciao
Marco


Commenti
11 Commenti - 4/5 - Voti : 4
Inserito il 15 dicembre 2008 alle 22:20:45 da tropperuote.  0/5
 
qui sono visibili i filmati di quanto descrivi. A me sono stati utili per capire le tecniche. Forse il consiglio più utile è proprio quello di prendere tempo...poco a poco, acquisendo un maggior controllo, le cose vengono da sole.
Inserito il 02 luglio 2009 alle 19:28:29 da istrice.  0/5
 
Forse mi posso rendere utile veramente per la prima volta!!!
Da qualche tempo ormai ho imparato la salita con la mezza pedalata all'indietro, ho imparato prima quella perchè l'altra salita mi è sempre parsa del tutto innaturale e complicata. Il metodo di allenamento qui proposto non mi faceva fare risultati e quindi optai per la mezza pedalata e via...mezz'oretta fa volli provare, senza appoggiarmi da nessuna parte, la salita per me rimasta sempre un tabù. Provai ad appoggiare il piede che non dovrebbe scalciare sulla pedivella proprio dove si collega con il mozzo, in questo modo anche appoggiando il piede il mono non parte via. Avro fatto una decina di prove in questo modo sforzandomi di controllare e limitare il più possibile il peso sul piede. L'undicesimo tentativo è stato sul pedale eeee oplà salita perfetta!!
Non dico che mi viene sempre al 100% ma diciamo che ci avviciniamo a tale risultato.
Perchè appoggiare il piede sulla pedivella??Bhe così si comincia a capire come e quanto appoggiarsi con il sedere sulla sella quando si è capito quello non si sente più la necessità di appoggiarsi al pedale e non si scalcia. In più volendo si può anche cominciare a pedalare spostando il piede meglio sul pedale.

Spero di essermi spiegato

Ciao a tutti!!
Inserito il 28 settembre 2009 alle 07:43:43 da Marco.  5/5
 

Per chi ha voglia di continuare a sprimentare ed imparare ecco i livelli codificati dalla federazione internazionale (IUF).

http://www.unicyclist.it/forum_forum.asp?forum=15&section=77&post=5512&page=first

Inserito il 24 gennaio 2010 alle 22:44:57 da lucchetto.  0/5
 
Ciao!
Spesso avere un'idea da visualizzare può aiutare il proprio corpo a compiere un gesto, ad assumere un atteggiamento innaturale, insolito, nuovo. Supremo potere dell'immaginazione!
Bene, nel caso della partenza senza appoggio con i pedali orrizzontali, a me ha aiutato molto immaginare che la gamba che sta sul pedale indietro fosse come cementata, impossibilitata a piegarsi... una gamba di legno insomma!!! Questo le ha impedito di imprimere la pedalata (o di "scalciare" se preferite) e di fare però da "blocco", impedendo al mono di andare all'indietro.
Non lo so, per me è stata come una lampadina che si è accesa...
Magari può servire a qualcun altro che sta sudando per cercare di salire degnamente sulla ruota...
Besos
luccheto
Inserito il 29 marzo 2010 alle 08:27:18 da lucchetto.  0/5
 
Domanda: ormai la partenza senza appoggio mi riesce quasi sempre al primo colpo, però svirgolo-sbando sempre dalla parte del pedale che tengo dietro in partenza. Poi riesco subito a recuperare con la pedalata sul pedale opposto e con l'equilibrio e quindi vado che è un piacere. Ma non mi soddisfa. In certi video ho visto gente che parte dritta come una spada senza ondeggiamenti da ubriaco. In cosa sbaglio? Forse sono troppo lento nell'aggiungere in partenza il secondo piede (quello del pedale avanti)? Veterani, che consigli mi date?
PS: Vim non abbiatela a male, ma per me, monociclate "nordiche" sono impossibili per svariati motivi... Se potessi verrei... anche perché qui non conosco nessun monomaniaco.
Devotamente
lucchetto
Inserito il 30 marzo 2010 alle 08:15:02 da Marco.  5/5
 

Svirgola tu che svirgolo anche io Smiley

Diciamo che all'inizio è abbastanza normale, come prima cosa devi rriuscire a pedalare senza svirgolare ... sembra di andare diritti ma se bagni la ruota e poi guardi il tracciato verdai che è inesorabilmente ondeggiante.

La tecnica per andare diritti serve per pedalare sulle cose più strette del pneumatico, per imparare basta stare su una lista di legno alta 2 cm e larga 4 cm, è quella di tenere l'equilibrio laterale muovendo a destra e sinistra il bacino e tenendo diritta la ruota ... (NB è una tecnica piuttosto avanzata Smiley)

Per la partenza comunque il discorso è legato anche a quanta spinta dai per superare il punto di equilibrio, essere leggermente sbilanciato in avanti e iniziare a pedalare, se riesci ad arrivare al punto di equilibrio e rimanere fermo una frazione di secondo con la ruota diritta dovrebbe bastare lo spostamento in avanti di una mano per poter iniziare a pedalare.

Se abbassi la sella la spinta per salire sul mono si riduce molto ed è più facile la sua modulazione però devi essere in grado di pedalare con la sella bassa e il peso sulla sella.

Ti consiglierei delle partite di hockey o basket le discese dal mono sono frequentissime e il risalire deve essere altrettanto veloce e senza pensarci perchè altrimenti ti perdi la visione del gioco Smiley

.... insomma pedala pedala pedala ....

Inserito il 18 aprile 2010 alle 22:06:52 da dabrescia97.  0/5
 

bhe, qll skritto sopra va bn ma dopo un po' ke vai cn il mono imari da solo, io ho fatto così...

cmq sentite questa battuta,

il gelato con - autostima???    il puffo.

adesso dovete ridere

cmq io stavo cercando un monociclo nuovo, sapete consigliarmene uno abbastanza bello ma nn troppo ostoso???Smiley

Inserito il 27 agosto 2010 alle 20:38:58 da Munire.  0/5
 

Salve, sono nuovo ho 15 anni ed ho iniziato da un mesetto col monociclo.

Volevo chiedervi ma per imparare a salire senza appoggio è piu facile con la sella bassa??

Grazie

Inserito il 27 agosto 2010 alle 20:42:33 da Marco.  5/5
 

Se sai pedalare bene con la sella bassa allora ti può aiutare se invece poi perdi l'equilibrio allora :-(

Inserito il 28 agosto 2010 alle 14:22:16 da iGiacomo.  0/5
 

Non riuscendo con il metodo del pedale orizzonatale, il mio limite è riuscire a caricare il peso sulla sella venendo dal downhill in mtb sedersi per me è reato, ho provato a mettere il pedale (parto col sinistro) alle 5 per poi iniziare con la mezza pedalata indietro...

Già meglio il problema era che in discesa non riuscivo a bilanciare la spinta dovendo fare la mezza pedalata in salita e la caduta era assicurata, così ho provato a mettere il pedale alle 6 nel punto morto e a salire in sella spingendomi con il piede a terra

Una volta che sono sull'uni faccio un secondo di surplace e poi via

Nello scriverlo mi sono reso conto che è ben più complicato dei metodi sopra descritti ma per ora è l'unico che mi riesce quasi sempre

Inserito il 28 agosto 2010 alle 17:05:54 da Marco.  1/5
 

Miiiinchia guarda che se fai così il venire dalla downhill è reato.

Comunque di metodi per partire ce ne sono tantissimi, basti vedere i livelli IUF che ne richiedono uno totalmente diverso in più ad ogni livello, e dal 7 ti garantisco che la cosa inizia ad essere moooolto complicata.

Come ogni cosa nuova devi insegnare al tuo corpo a fare un gesto nuovo, per educare la gamba a tenere fermo il pedale in posizione orizzontale ci vuole solo un po' di calma e la disponibilità a fare degli esercizi di creazione dell'automatismo procedendo per gradi aiutandosi con le braccia, le prime volte braccia al 100% e unica attenzione la gamba che deve stare ferma, poi gradualmente diminuisci l'aiuto con le braccia e inizi a spingere anche con il piede a terra fino a quando non riesci con unbraccio solo e poi con sole due dita.

Comunque l'importante è partire però il tuo sistema funziona solo in discesa.


 
Media Partners


Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Visitatori
Visitatori Correnti : 23
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti


 
 © AspNuke 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 0,1015625secondi.
Versione stampabile Versione stampabile